Journey, In viaggio col dolore




45. IN VIAGGIO COL DOLORE. Genova, in cerca delle radici.

Mi trasferii a Genova il 1mo luglio 2016. Sentivo il bisogno di ritrovare le mie amiche, la mia famiglia, le mie radici. Stavo in una via pedonale del centro città, in un appartamento piccolo e un po' buio, ma era il meglio che avevo trovato. La zona era comodissima con negozi, mercato grande comunale, supermercati, farmacie, ristorantini e bars a disposizione. Camminavo sempre con molta fatica e dolore. Speravo e immaginavo di potermi inserire un po' come insegnante di canto, cantante col concerto tributo a Rumi, guaritrice dei corpi sottili...

La prima sera, verso le 18, degli Hare Krishna, danzando e cantando, sfilarono sotto la mia finestra. Mi sembrò un bell' augurio e un buon presagio!

Il 3 luglio festeggiammo il mio compleanno. Ero piena di speranze, di buone intenzioni, ma presto arrivò una depressione inspiegabile....cioè! Era spiegabilissima! Ero stanca di soffrire! Di essere dipendente da tutti per la minima cosa. Mio fratello Tonino, superattivo e impegnato, mi aiutava sempre a buttar via la spazzatura.... Anche quando aveva appena 5 minuti, passava comunque....E così la sua ex moglie Eleonora mi aiutò molto, e un po' di amiche e amici.

Una mia amica mi invitò a cantare ad un evento dal titolo 'I colori dei diritti' da lei ideato e organizzato a Camogli.

Preparai un medley 'a cappella' per l'occasione:

 

'Blowin' in the Wind' di Bob Dylan

'Somewhere'  dal musical 'West Side Story' 
'Ain't got no, I Got Life' di Nina Simone
 
Alla fine cantammo tutti assieme 'We Shall Overcome'. Ero passata per ultima, mi avevano fatto questo onore. Molti musicisti, tecnici del suono e amici mi vedevano così per la prima volta dopo il tracollo del 2012...Vedevo il loro imbarazzo, la loro pena, dispiacere, confusione...Mi sentii come al solito sola, tra persone che avevo frequentato per anni, che conoscevo da una vita, a cui volevo bene. E che mi volevano bene.
Ma quando cantai, mi sentii, come 'da' sempre, a casa. Non c'era separazione, non c' era dolore, nè imbarazzo. C'era la mia voce che arrivava dappertutto in quella festa di piazza in cui era una pazzia cantare senza musica, ma il silenzio rispettoso degli astanti accadde, ad accoglierla. 
 
La voce è stata nel corso dei miei anni molte cose. La 'mia' voce, costruita grazie alle diverse esperienze musicali e vocali, allo studio tardivo, dai 45 in su. Si è sviluppata anche nelle rinunce, nella mia vita di rivolta, di solidarietà e di femminismo e in seguito nella sregolatezza della vita underground. La mia voce è stata una zattera contro l' eroina e gli acidi che mi circondavano da ragazzina. E poi la mia identità, il mio modo di sentirmi nel mondo e un po' speciale. E' stata anche tanto un intralcio e tante, tante altre cose, finchè oggi posso dire che sia, oltre a una conquista tecnica musicale ed esistenziale, un grande dono e una grande benedizione per me e per chi mi ascolta, 'che appena la sente, cambia espressione.
La mia voce continua a essere la mia àncora, anche se non ho mai studiato regolarmente, come fanno i cantanti professionisti, se non in vista di un concerto o di una tournèe. Raramente ho cantato sotto la doccia, e quando è successo era per felicità, forse perché ero innamorata di qualcuno...
L' ho sempre tenuta un po' come un bene prezioso, da non svalutare a destra e a manca, neanche tra me e me. 
E' sempre stata un' entità a se stante, eppure così intima e vicina! 
La mia voce è la mia certezza, la radice delle mie radici. E' la grande magia e l'unguento per ogni mia ferita. Appena canto, tutto, dentro e fuori, si armonizza, si riappacifica e trova la sua dimensione naturale. Scrivendo questo articolo, mi accorgo che è sempre stato così. 

 

 

'La  voce è un miracolo.

Tasforma il dolore in un incanto.'

Prayan

 

 

SE TI PIACE, CONDIVIDI IL POST NEI SOCIALS USANDO I SOTTOSTANTI BOTTONI

O COPIA L'URL IN ALTO E INVIALO A QUALCHE AMICA/AMICO DALLA TUA POSTA ELETTRONICA.

 

Se desideri ricevere la Newsletter 'In viaggio col dolore' iscriviti QUI

 

LEGGI IL PROSSIMO EPISODIO QUI