Intuition, Il sabato delle intuizioni



02.01.2018
IL SABATO DELLE INTUIZIONI. "Il cavallo di Dio"

Una bellissima storia vera tra un cavallo e la sua proprietaria la si può guardare (e riguardare) nel film 'Un anno da ricordare'.

Penny Chenery, casalinga, madre di 4 figli, eredita, alla morte della madre, la fattoria di famiglia. Figlia di un allevatore di cavalli, si ritrova a dover riportare a galla la tenuta del padre, malato gravemente. Nella casa dov' era nata e cresciuta, ritrova quell' amore e quella passione per i cavalli che aveva strada facendo dimenticato.

Il destino le assegna un puledro purosangue che sembrava sfavorito, ma che invece Penny aveva intuito potesse essere sia veloce sia resistente. Grazie a enormi sforzi come casalinga, mamma, moglie, allevatrice di cavalli, contabile e amministratrice della tenuta, riuscirà a crescere Secretariat, chiamato da tutti Big Red, o più semplicemente il 'cavallo di Dio.'

Per due volte cavallo dell’anno, vinse la Triple Crown, la gara più lunga e difficile degli USA. In 5 settimane 3 gare in 3 ippodromi differenti, con un percorso molto più lungo della media. Una prova tremenda per un cavallo da corsa che di solito rende nelle brevi distanze. Secretariat polverizzò i records di ogni signola pista,  ancora oggi ineguagliati.

 

Per Penny, il suo Big Red era parte integrante della famiglia. Aveva intuìto che poteva essere un gran campione e con lui aveva un rapporto davvero speciale. Comunicavano guardandosi negli occhi. 

 

 

Nel film e nella vita reale due sono le decisioni fondamentali che questa signora prende seguendo il suo intuito e andando contro la volontà del fratello e del marito. 

Quando le offrono 8 milioni di dollari per acquistare Secretariat, ma lei, pur rischiando la bancarotta, non lo vende. Una fede assoluta nel suo purosangue. La certezza che vincerà la Triple Crown.

E quando, prima della terza e ultima lunghissima gara, anzichè riposarlo, lo fa allenare, attizzando così il fuoco che Secretariat ha nelle sue vene di campione, che ama correre, e veloce! 

Queste intuizioni nate dal profondo contatto che aveva col suo cavallo, le permisero di assecondare le naturali doti di Secretariat...e di crescere il cavallo di Dio!!

Una storia che amo molto e che, quando mi sento un po' giù, rivedo volentieri. E' la storia di chiunque abbia un grande talento e trovi qualcuno che lo sostenga e faccia il tifo per lui....

 

QUI la ripresa originale della terza corsa che Secretariat vince con un vantaggio di 31 lunghezze!

 

Un bell' articolo su questo film e sulla storia che racconta, una storia al femminile, di una donna coraggiosa QUI