Journey, In viaggio col dolore



12.07.2019
40. IN VIAGGIO COL DOLORE. Il Network Spinal Analysis.

Nessuna grande impresa
Nessuna scoperta 
Nessuna guarigione 
Nessuna cosa che abbia lasciato un segno nel mondo  
E' mai stata creata in una situazione di 'comfort'.    
Donald Epstein
 
 
Questa frase di Donald Epstein, grande chiropratico americano e geniale inventore di una tecnica chiamata NSA (Network Spinal Analysis) di cui vi parlerò dettagliatamente in seguito, mi ricorda che qualunque cosa io desideri, se rimango nella mia ‘pastetta’, zona di comfort, ma spesso anche zona di dolore e sofferenza esistenziale, frustrazione, sfiducia, autocommiserazione, vittimismo, avrò scarse probabilità di espandermi in qualche direzione e di trovare benessere nella mia vita.
 
Per guarire, è necessario alzare il proprio livello di energia. Quando si è ammalati si è in uno stato energetico di sopravvivenza. Ci si muove a malapena, si arriva a stento alla fine della giornata, spesso sentendosi spossati. 
Il Network mi ha insegnato a monitorare il mio stato energetico, a stare anche nel dolore, a riceverlo, osservarlo e ad andare oltre. Ho imparato che ho bisogno di veicolare la mia passione in obiettivi, che ho  bisogno di vivere ispirata, muovermi verso ciò che amo fare, che desidero realizzare e diventare. Osare, attingere alle qualità profonde dell’anima come il coraggio, la passione, la forza interiore, la fiducia, o imparare dalle persone che mi circondano e che ammiro nel loro modo di vivere il quotidiano o farmi ispirare anche dalle storie vere trasformate in films...
tutto questo mi nutre e mi sostiene. Allora, mi comporterò in maniera differente, il mio campo energetico attirerà nuove persone, opportunità, situazioni.
 
'When you have more available energy and resourcefulness, life happens for you…and then you happen for life.'
Donald Epstein
 
Il Network è molto difficile da spiegare in poche parole, per cui rimanderò poi ai link dedicati. 
Parte dal presupposto che il corpo sa come trovare, in ogni momento,  un rinnovato benessere, attivando delle strategie per tendere al  benessere, anche nella dimensione della 'malattia.'
IL Network lavora  in questo senso, con l' energia della persona. La sposta, aprendo dei 'gates' (cancelli) energetici bloccati, il tutto con manipolazioni molto delicate che possono essere praticate anche su terreni molto infiammati come il mio, oppure usa le manipolazioni proprie della chiropratica, se necessario. 
 
Quando nel 2012 mi arrivò il tracollo, perdetti 10 kg in una settimana e praticamente non mi era più possibile muovermi, se non sopportando dolori inenarrabili. La gamba e il braccio destro e le due mani si ritirarono, accorciandosi...La schiena bloccata….il mio livello energetico vitale era minimo. Ero sempre ‘in sopravvivenza’.  E il dolore era indicibile. Stavo in silenzio e osservavo. Era l’ unico modo per non farmi prendere totalmente da quelle spade, morsi e pugnali. Osservavo e stavo nel ‘Qui e Ora’, in contatto con la mia parte profonda. Sapevo che, se mi trovavo in quella situazione, c’era uno straordinario insegnamento da comprendere e da mettere in pratica per ritrovare il mio benessere.
 
Mi stabilii a Torino per un percorso di NSA (Network Spinal Analysis)  col Dottor Marc Jubelin - allievo da sempre del Dr. Epstein - che riuscì a rimettermi in piedi e in salute...oltre ai danni al braccio e alle mani, non avevo più tono muscolare nel quadricipite, cosa che mi disabilitava parecchio, dovendo camminare col bastone.
Camminavo piegata in avanti, tendendo verso destra. Tutta la parte destra del corpo era ritirata e collassata.
Tre volte la settimana andavo a ricevere l' 'aggiustamento' (si chiama così). Entravo in una stanza dove c'era della musica scelta per attivare determinate situazioni energetiche. C' era una dimensione di pace e d' amore che mi rilassava immediatamente e mi  dava fiducia. La centratura e l' amorevolezza di Marc parlavano da sole e mi tranquillizzavano. Perchè se il terapista, il dottore razzola bene allora io mi affido. Se trovo uno spocchioso pallone gonfiato che crede di sapere tutto lui, dà giudizi, non mi ascolta, io allora mi ritiro, sentendomi non ascoltata e non importante, ma pensando che quella persona, nella scala dell' evoluzione della coscienza, sia allo stesso livello di quello di una cozza.
 
Su un corpo come il mio c'era molto da fare. (Dopo un po' di tempo la ASL mi diede l' 80% di invalidità + handicap). Tutte le volte che Marc Jubelin mi trattava, sentivo che liberava, equilibrava, ricostruiva dei pezzi del mio corpo, restituendomi ad ogni trattamento anche un nuovo modo di essere. 
Marc è la persona che più di tutte mi ha insegnato a stare nel dolore e a non bloccarmi in quella dimensione.
Inoltre, ha sempre dato valore e fiducia alle mie capacità di scelta nel curarmi e mi ha indicato delle cure coadiuvanti, come il linfodrenaggio, e in seguito una terapia da un grande erborista che vive vicino a Torino. Finchè un giorno finalmente mi disse che ero pronta per iniziare la fisioterapia per riabilitare la gamba. Prima non si poteva, perchè era troppo flessa.
 
Nel 2013 conobbi anche Donald Epstein.
La prima volta che lo vidi rimasi molto impressionata perchè nel discorso di apertura di un Gate (un raduno terapeutico come quello che si vede nel video a fianco), raccontò una storia e un ' esperienza che io avevo vissuto il giorno prima, durante la fase di integrazione di un aggiustamento ricevuto da Marc a Torino.
Parlava di un asino che cadeva in una buca e nessuno sapeva come fare per tirarlo su, finchè non arrivò qualcuno che iniziò a buttarci dentro della terra. L'asino si scrollava di dosso il terriccio che a poco a poco si accumulava, finchè non riempì totalmente la buca e l' asino ne uscì fuori illeso.
Quella dimensione di profondità disperata l' avevo vissuta il giorno prima, seguita da una frase che mi aveva indicato lo stesso messaggio!
 
Ho ricevuto negli anni diversi aggiustamenti anche da Donald Epstein, uniti a delle frasi di consapevolezza da seguire e portare avanti. Frequentai 3 suoi workshop terapeutici e svariati Gates.
Imparai molto dai suoi insegnamenti e sue cure. Compresi che, essendo una persona estroversa, ho bisogno di obiettivi esteriori. Ricordo che all' epoca mi davo dei piccolissimi goals da attuare, quando ogni passo era un calvario. E imparai che, da 'external', per creare un cambiamento ho bisogno di cambiare la mia realtà circostante. Mi sono spesso spostata nella mia vita. Innumerevoli traslochi, viaggi e case...Inoltre compresi come funziono nella vita di tutti i giorni e che per tutta la  vita avevo vissuto non usando i miei skills, ma anzi avevo nuotato controcorrente e a gran fatica.
 
Quando Donald Epstein entra in una stanza, lo spazio si riempie di luce, intelligenza e profondità. L'energia si alza notevolmente, e accadono innumerevoli piccoli 'miracoli' nel campo energetico creato da lui e dai suoi dottori practitioners, instancabili lavoratori dall' inesauribile energia.
 
 
Per saperne di più sul Network:
 
QUI -  il link americano per conoscere il lavoro di Donald Epstein
 
QUI -  il sito del dott. Marc Jubelin che esercita a Torino assieme a sua moglie dott.ssa Patricia Belig
 
QUI - il canale youtube di Donald Epstein
 
 
 
 

SE TI PIACE, CONDIVIDI IL POST NEI SOCIALS USANDO I SOTTOSTANTI BOTTONI

O COPIA L'URL IN ALTO E INVIALO A QUALCHE AMICA/AMICO DALLA TUA POSTA ELETTRONICA.

 
Se desideri ricevere la Newsletter 'In viaggio col dolore' iscriviti QUI