Intuition, Il sabato delle intuizioni



21.04.2018 e 28.04.2018
IL SABATO DELLE INTUIZIONI. Mantenersi in contatto con la propria anima.

 
"In molte società sciamaniche, se fossi andato dallo sciamano o dal medico guaritore e ti fossi lamentato di essere frustrato, demoralizzato o depresso, lui ti avrebbe fatto queste 4 domande."
 
 
Quando hai smesso di danzare?
 
Quando hai smesso di cantare?
 
Quando hai smesso di farti rapire da un racconto?
 
Quando hai smesso di trovare conforto nel dolce territorio del silenzio?
 
Là dove abbiamo smesso di danzare, cantare, di farci rapire da un racconto o trovar conforto nel silenzio, è dove abbiamo perduto il contatto con la nostra anima.
La danza, il canto, il racconto di una storia e il silenzio sono le quattro medicine balsamiche universali".  Angeles Arrien, Ph.D. cultural anthropologist Author of 'The Four-Fold Way' and 'Signs of Life'.
 
Queste parole sono contenute  nella prefazione a un libro di Gabrielle Roth, danzatrice e insegnante americana di trance dance, musicista, artista e soprattutto mistica 'urban shaman' (sciamana urbana).
 
Al di là della pulsione di mostrarsi, emergere e affermarsi che riscontriamo oggi negli shows televisivi di competizione canora e di danza, e al di là delle varie mode di ballo: dalla lambada al tango, allo swing oggi di moda, sotto sotto a tutto ciò io intuisco l' urgenza di esprimersi e trovare riscontri personali che vanno al di là della performance.
Io credo che tutte queste mode non sarebbero così 'mode' se non ci fosse una pulsione profonda che il più delle volte è inconsapevole, ma, in quanto 'moda' e quindi diffusa, mi segnala che le persone cercano questi balsami come sanno e possono fare e che si muovono per trovarli...!
 
Come sempre, non è il cosa, ma è il come.
Conosco amiche che danzano il tango per i più svariati motivi. Chi per puro hobby, chi per fare incontri...Why not? Ma una di loro balla il tango con dedizione assoluta. Ascolta anche la musica a casa, ne studia le origini, i vari musicisti e cantanti, e soprattutto, essendo un' esploratrice spirituale, danza il tango con la presenza e la fragranza di chi pratica la meditazione. Così come si può cantare per anni per bisogno di emergere dal proprio schema affettivo familiare in cui ci si sentiva esclusi e sminuiti, oppure si può cantare per raggiungere la propria essenza e poi farla cantare, arrivando quindi all'anima del prossimo.
 
Lo sciamano, a parer mio, con 'danza' intende danza improvvisata, estemporanea, di cui, per me è grande Maestra appunto Gabrielle Roth che trasmise i 5 Ritmi dell' anima.
 
Per 'canto', il guaritore intende canto spontaneo, di cui è grande Maestra Pratibha de Stoppani, fondatrice del Voicing©Institute. Ha elaborato il VOICING©  che ho la fortuna di conoscere e poter trasmettere e che è il percorso, nel genere, più esaustivo e completo che ho riscontrato in 40 anni di ricerca vocale. Nel Video accanto, un esempio in VOICING© di espressione del potere naturale, della dimensione del 3° chakra.
 
Sul raccontare e ascoltare storie, ho scoperto Marina Savoia che conduce degli incontri e ha appena pubblicato un libro dal titolo Raccontare allunga la vita a noi e alle storie. Il valore e il senso di raccontare e raccontarsi.
Ed esiste il Festival Internazionale di Narrazione Storie in Tasca, che Genova ha ospitato nella sua recente edizione del 2018
 
Per il silenzio, si salvi chi può!
Per 'silenzio', oltre a quello dell'habitat in cui viviamo ormai raro e prezioso, è chiaro che lo sciamano intenda il silenzio che si trova in Natura. Lì, nei suoi dolci territori, si può ritrovare quello stato contemplativo così calmante e nutriente, vero balsamo che ci prende per mano e ci conduce ad ascoltarci, a prenderci sul serio, a rispettarci, a capire di che cosa abbiamo veramente bisogno, a dare il 'giusto' valore alle cose, a nutrire il senso profondo della  nostra vita.
 
Per i ricercatori spirituali, 'silenzio'  è il silenzio interiore. Quando la mente non è attraversata dai pensieri, accade lo stato della meditazione. 
 
Auguriamoci di poterci permettere sempre il lusso di alimentarci con queste 4 medicine dell'anima, e di praticarle sempre più soltanto per noi stessi.