21.04.2018
IL SABATO DELLE INTUIZIONI. Per non perdere l'anima.

Nella prefazione a un libro di Gabrielle Roth, danzatrice e insegnante americana di trance dance, musicista, artista e soprattutto mistica 'urban shaman' (sciamana urbana), si leggono queste parole:

 

"In molte società sciamaniche, se tu andavi dallo sciamano o dal medico guaritore e ti lamentavi di essere frustrato, demoralizzato o depresso, lui ti avrebbe fatto una di queste quattro domande:

 
Quando hai smesso di danzare?
 
Quando hai smesso di cantare?
 
Quando hai smesso di farti rapire da un racconto?
 
Quando hai smesso di trovare conforto nel dolce territorio del silenzio?
 
Là dove abbiamo smesso di danzare, di cantare, di farci rapire da un racconto o di trovar conforto nel silenzio, è dove abbiamo perduto il contatto con la nostra anima.
La danza, il canto, il racconto di una storia e il silenzio sono le quattro medicine balsamiche universali".  Angeles Arrien, Ph.D. cultural anthropologist Author of 'The Four-Fold Way' and 'Signs of Life'.
 
 
Al di là della pulsione egoica di mostrarsi, emergere e affermarsi che riscontriamo oggi negli shows televisivi di competizione canora e di danza, e al di là delle varie mode di ballo: dalla lambada al tango, allo swing oggi di moda, sotto sotto a tutto ciò io intuisco l' urgenza di esprimersi, 'catartizzare' e trovare riscontri personali che vanno al di là delle performances.
Io credo che tutte queste mode non sarebbero così 'mode' se non ci fosse una pulsione profonda che il più delle volte è inconsapevole, ma, in quanto 'moda' e quindi diffusa, mi segnala che le persone cercano questi balsami come sanno e possono fare e che si muovono per trovarli...!
 
Come sempre, non è il cosa, ma è il come.
Conosco amiche che danzano il tango per i più svariati motivi. Una di loro si ascolta anche la musica a casa, ne studia le origini, i vari musicisti e cantanti, e soprattutto lo fa da esploratrice spirituale e persona profondamente consapevole. Così come si può cantare per anni per bisogno di emergere dal proprio schema affettivo familiare in cui ci si sentiva spesso esclusi e sminuiti, oppure si può cantare per raggiungere la propria essenza e poi farla cantare, arrivando quindi all'anima del prossimo.
 
Lo sciamano, a parer mio, con 'danza' intende danza improvvisata, estemporanea, di cui è Maestra Gabrielle Roth che trasmise i 5 Ritmi dell' anima.
 
Per 'canto' intende canto spontaneo, di cui è Maestra Pratibha de Stoppani, fondatrice del Voicing©Institute. Ha elaborato il VOICING©  che ho la fortuna di conoscere e poter trasmettere e che è il percorso, nel genere, più esaustivo e completo che ho riscontrato in 40 anni di ricerca vocale. Nel Video accanto, un mio esempio in VOICING© di espressione del potere naturale, della dimensione del 3° chakra.
 
Sul raccontare e ascoltare storie, ho scoperto Marina Savoia che conduce degli incontri e ha appena pubblicato un libro dal titolo Raccontare allunga la vita a noi e alle storie. Il valore e il senso di raccontare e raccontarsi.
Ed esiste il Festival Internazionale di Narrazione Storie in Tasca, che Genova ha ospitato nella sua recente edizione del 2018
 
Per il silenzio, si salvi chi può!
Per 'silenzio', oltre a quello dell'habitat in cui viviamo ormai raro e prezioso, è chiaro che lo sciamano intenda il silenzio che si trova in Natura. Lì, nei suoi dolci territori, si può ritrovare quello stato contemplativo così calmante e nutriente, vero balsamo che ci prende per mano e ci conduce ad ascoltarci, a prenderci sul serio, a rispettarci, a capire di che cosa abbiamo veramente bisogno, a dare il 'giusto' valore alle cose, a nutrire il senso profondo della  nostra vita. Per i ricercatori spirituali come me, 'silenzio'  è il silenzio interiore: la mente non  attraversata da pensieri, la meditazione. 
 
Auguriamoci di poterci permettere sempre il lusso di alimentarci con queste 4 medicine dell'anima, e di praticarle sempre più soltanto per noi stessi. 
 



14.04.2018
IL SABATO DELLE INTUIZIONI. Camminare sull'erba e ....

E' il momento di approfittare della bella stagione e di farsi delle belle passeggiate nella natura. E per chi non ha il tempo di allontanarsi dalla città, di camminare nei parchi o nei giardinetti di quartiere. 

 

Ho fotografato questo cartello a Sydney, nei Royal Botanic Gardens (Giardini Botanici Reali)  quando andai in Australia nel 2009.

 

Le frasi scritte sul cartello della foto dicono:

"Please walk on the grass....

We also invite you to smell the roses, hug the trees, talk to the birds, sit on the benches and pic nic on the lawns."

 

Frasi che in Italiano si possono tradurre così:

"Per favore, camminate sull'erba...

Vi invitiamo anche a sentire il profumo delle rose, ad abbracciare gli alberi, a parlare con gli uccelli, a sedervi sulle panchine e a fare pic nic sui prati."

 

 

Le persone che hanno avuto e realizzato questa idea secondo me, oltre ad essere intelligenti, sono anche persone che ascoltano la loro parte intuitiva, selvatica, e sono munite di un senso comunitario ed ecologico fuori dal comune.

Invitare ad abbracciare gli alberi, calpestare l' erba, annusare le rose è un gesto decisamente fuori dal comune!

Di solito, i cartelli nei giardini pubblici vietano di fare delle cose...

Parlare con gli uccelli, poi....!!!  Implica usare un linguaggio non verbale, entrare in un contatto improvvisato e fuori dagli schemi mentali!

 

Il senso profondo e sottinteso di questo cartello - oltre a quello di chiedere un òbolo! - è che così come noi esseri urbani abbiamo bisogno almeno di un giardino e dei suoi abitanti, così loro hanno bisogno della nostra umanità, hanno bisogno di essere da noi visti, apprezzati e riconosciuti. E che il giardino, come microcosmo ecologico, per vivere in equilibrio ha bisogno di scambio, di essere toccato, sfiorato, calpestato, guardato, annusato, insomma ha bisogno di essere vissuto per continuare a vivere.

 

Praticare arti marziali, Hatha Yoga, Chi Kung, andare in bicicletta, giocare come fanno tanti bambini è già meraviglioso e salutare di per sè, ma abitare un parco interagendo con i suoi esseri animali e vegetali è qualcosa in più, per la sua e per la nostra esistenza.




07.04.2018
IL SABATO DELLE INTUIZIONI. Trasformare un'emozione.

Una volta una persona, facendomi un' accurata lettura di Human Design, mi disse che a livello emotivo io vivevo tutto il tempo come se stessi in piedi su una tavoletta da surf sull' oceano. Fu una delle rare volte in cui mi sentii in una frazione di secondo totalmente compresa da un essere umano. Si'...Surfing nelle e sulle proprie emozioni è faticoso!! Ma diventa un dono, se veicolato con consapevolezza e maturità. Diventa prezioso, per esempio, lavorando al servizio del prossimo perchè porta empatia, capacità di sentire in sintonia con la persona che hai di fronte, trasformando la comunicazione in qualcosa di profondo, immediato e realizzando uno scambio nutriente per entrambi.
 
A volte, però, pur cercando di stare centrata, mi sento sopraffatta da un’emozione o da un fatto che mi arriva tra capo e collo, perchè l'intensità con cui la sento mi fa distogliere dalla mia centratura e presenza.
 
Allora, chiudo gli occhi, sto in ascolto, mi connetto col mio intuito perchè mi indichi un modo per esprimere quell' emozione. Spesso la prima cosa che ti viene in mente è quella buona...un'idea, un'immagine o una sensazione... 
E’ salutare questa pratica, e creativa. Non dovrà per forza nascere un capolavoro. Il mio capolavoro sarà già esprimere l'emozione tra me e me nella mia stanza, anziché vomitarla addosso a qualcuno!
 
Potrà essere scuotermi e danzare o semplicemente aprire la finestra e fare dei bei respiri profondi per ossigenarmi e cambiarmi lo stato d’animo e l’energia, oppure posare una mano sul cuore e sentire il calore della mia mano, il suo tocco delicato, oppure fare una bella corsa o pasticciare coi colori o concentrarmi sul fare un delizioso piatto in cucina....
 
E c'è anche  chi sa scrivere una canzone per raccontare quanto il suo cuore sia spezzato.
 
ASCOLTA NEL VIDEO QUI A FIANCO come questa cantautrice americana, Bonnie Bishop, riesca a sublimare le sue emozioni in una canzone, con la sua scrittura e la sua interpretazione vocale 
 
 
 
"Le canzoni migliori nascono dai cuori spezzati
 
Da sogni infranti e chitarre sfasciate
 
E’ in momenti come questo, quando mi ritrovo in ginocchio,
 
che tutto è vero
 
Sì, devi scavare in profondità, nel pozzo della tua anima
 
Per trovare la volontà di cantare le parole che solo tu conosci
 
che parlano di attraversare l’ inferno e di vivere per raccontare la verità
 
Le canzoni migliori nascono dai cuori spezzati."
 
 
Bonnie Bishop
 
 
 
 

 

Clicca qui per visualizzare il documento




29.03.2018
JAZZIN' GENOVA. Il CD tributo alla Scuola Genovese a 'JAZZ IN FAMILY'

 

Il 'Jazzin' Genova', CD tributo alla Scuola genovese, nell ultima puntata di 'Jazz in Family' QUI

 

 

"Jazzin’ Genova è una dedica appassionata e decisa alla propria città. Attraverso Jazzin’ Genova, Bettanini omaggia la sua città reinterpretando le canzoni dei più noti cantautori della scuola genovese. In esso sono presenti brani di Tenco, Bindi, Lauzi, Paoli, Fossati e De Andrè. Jazzin’ Genova è un lavoro che a distanza di anni resta originale ed attuale. Insomma, un lavoro da riscoprire insieme a tutta la discografia della sua autrice, una discografia che immaginiamo interessante come questo Jazzin’ Genova."  Mario Ferraioli -'Jazz in Family'

 
 
ASCOLTA  TUTTO IL CD QUI
 
 
 
 

 

 

Clicca qui per visualizzare il documento




31.03.2018
IL SABATO DELLE INTUIZIONI. Auguri di buona Pasqua!

You exist in time, but you belong to eternity   
Tu esisti nel tempo, ma appartieni all’eternità  
 
Osho
 
Questa frase mi dona pace. Ho la fortuna di credere e di sentire che sono qui per crescere spiritualmente. Anche se non mi illumino, il viaggio, esserci davvero in viaggio dopo ‘mille’ incarnazioni, fa la differenza.
Faccio quello che posso, avendo imparato che lo sforzo è qualità dell’ego e la compassione verso se stessi, (e quindi verso il prossimo), la conoscenza dei propri limiti sono qualità del cuore e dell'anima.
 
Sono umana,  faccio errori che vorrei non fare e/o non aver fatto, per insicurezze che andavano colmate...
Ricordarmi che ogni gesto della mia vita può essere generato dalla mia realtà più profonda è il mio esercizio quotidiano.
Quando vivo in questa intima realtà e la sento come mia dimensione esistenziale, sono nel 'senza tempo', nell’eternità.
Esprimersi dal profondo nelle proprie opere creative e azioni quotidiane è coniugare il senza-tempo nel tempo, il divino nell’umano.
 
Ecco che cosa è per me il significato di  'Resurrezione'
 
Buona Pasqua e buona Pasquetta!!
 
Nel video, la versione di alcune pagine di musica sacra cristiana, come il canto gregoriano 'Veni Creator Spiritus', 'Inflammatus' del Pergolesi, 'O Magnum Mysterium' del Palestrina
 
 
QUI ascolti tutto il CD, su Spotify, dove trovi Fratello Sole, Sorella Luna,  e altro... 
 
 
Questi i meravigliosi musicisti:
Alessandro Sacco - keyed viol d'amour, viola // Paolo Traverso - small medieval lute, mandola, classical guitar // Stefano Valla - Italian piffero // Marco Fadda - daf, zarb and other percussion
 
 

 

Clicca qui per visualizzare il documento




24.03.2018
IL SABATO DELLE INTUIZIONI. Contemplare gli opposti.

Mi piace iniziare questo blog con la foto di questo alberello. Fotografato nel bellissimo ‘giardino-bijoux’ dell' H10 Sentido White Suites Boutique Hotel a Lanzarote, Isole Canarie, è per me  il simbolo di tante cose.
 
Due tronchi in opposizione e cooperazione creano questa bellissima chioma di foglioline ‘cicce’ perfettamente verdi, anzi sempreverdi: ci vedo il connubio degli opposti.  A seconda dell’ umore e del momento, potrebbe ricordare varie coppie:  maschile e femminile, giorno e  notte, bello e brutto,  ragione e  sentimento,  luna e  sole, corpo e anima…
 
Come da questi 2 rami nasce la chioma e la fragranza  di questo delizioso alberello, così nella nostra vita di relazione e nel nostro vivere interiore è nel contemplare e dar valore agli opposti che nascono nuove dimensioni, nuovi orizzonti, amicizie, profumi, canzoni…
 
 

 




23.03.2018
THE FRAGRANCE. Il racconto in canzoni della Osho Meditation 'MYSTIC ROSE'

Era l' estate del 2001. Arrivai a Miasto, la Osho Commune in Toscana, dopo un anno di lutti (padre, madre, primo amore, maestro di canto e 3 altri parenti stretti) e con l'artrite, malattia dolorosa e invalidante.
La mia vita era totalmente cambiata. Non riuscivo a stare ferma, mettermi in meditazione era impossibile, perchè saliva subito su un grande dolore.
 
Un caro amico musicoterapeuta mi aveva parlato del Voicing©, per cui mi iscrissi e andai. Pratibha De Stoppani mi sembrò di averla vista da sempre e così molte persone lì in giro. Trovavo finalmente che la pensavano come me su molte cose essenziali della vita e del comportamento umano. Non erano bigotti, erano fondamentalmente liberi, alla ricerca di se stessi in un modo innocente  e molto coraggioso. Mi si aprì un mondo. 
Potevo, anzi ero caldamente invitata a essere sincera con me stessa e ad esprimere il mio potere personale, non essere per forza gentile, ammaestrata come una signora borghese per bene. Ed ero invitata anche a dire "Voglio!" cosa per me molto difficile.
 
Durante un lavoro sulle voci del Cuore, Pratibha mi suggerì un esercizio e dal quel momento la mia vita cambiò, perchè ero uscita fuori da uno schema comportamentale e mi ero data il lusso di celebrare la mia vulnerabilità, la sofficità del cuore, dimenticata nei meandri della mia vita da performer. Da quel momento iniziai  a sentirmi davvero lucida, presente. Vivevo dei momenti intensissimi in cui mi sentivo appartenere totalmente al pianeta, come se fossi filo d'erba, serpente, albero, zolla di terra, mare in un solo istante e tutto dentro di me in una frazione di secondo! Fu un'apertura mistica ...La mia mente era confusa, credo da tanta espansione e bellezza. E poi era anche fine giugno, l' estate ci incantava con la sua bellezza, lì in Toscana! Abbracciavo gli alberi e mi sentivo molto strana. Felice!
 
Condividendo un giorno al gruppo di Voicing© tutta la mia storia di dolore e la mia confusione, Pratibha mi disse: "Sai che cosa disse Osho un giorno?! "No" ...risposi. (Non lo conoscevo quasi Osho. Avevo leggiucchiato il catalogo delle attività di Miasto qualche volta da qualche amica) Disse: 'Sono qui per confondervi." Scoppiai a piangere. Qualcosa dentro in un lampo mi aveva detto. "Sei bellissima cosi come sei" e mai mi ero sentita così accettata e amata.
 
Ritornai in agosto per la meditazione che dura 3 settimane creata da Osho 'Mystic Rose'. Dopo 3 giorni, presi il Sannyas per direttissima da Shunyo che mi diede il nome di Ma Atmo Prayan, 'The innermost journey' (il viaggio più profondo), nome che mi attraversò l'essere e che sentii assolutamente appropriato per il mio percorso spirituale. 
Quanta gioia, risate, lacrime. Era il benvenuto del mondo di Osho, mondo del sannyas e dei sannyasin, la mia gente. E Miasto era ed è una Osho Commune meravigliosa!
 
Ecco come nasce questo CD. Tornata a casa, imparai a usare un programma professionale per registrare musica e voci al computer e l'ispirazione arrivò come un fiume in piena. Addirittura ancora  a Miasto scrivevo le note nella carta igienica, per non dimenticarle! Produssi 'The Fragrance' con l' aiuto di tanti amici musicisti che mi incoraggiarono a esprimermi in quel mio nuovo modo, tracce vocali sovrapposte, con le mie 'voci di dentro' 
 
“Il suo percorso sonoro sancisce una riscoperta della pluralità delle "voci di dentro" che intuiamo di avere, ma non sappiamo più evocare.”  Guido Festinese, THE FRAGRANCE. 
 
 
ASCOLTA TUTTO IL CD  QUI SU SPOTIFY
 
ASCOLTA IL BRANO 'SKY KISSES EARTH'  QUI  SU SOUNDCLOUD
 
SE VUOI, PUOI ACQUISTARLO QUI
 
 
 
 



23.03.2018
LA PRIMAVERA E "LA FRAGRANZA", ANCHE DEL NUOVO SITO

Care amiche, cari amici.
 
Con l'arrivo della primavera, è 'sbocciato' il mio nuovo sito, arricchito di contenuti.
 
Da domani, ogni settimana uscirà un breve post dal titolo 'Il sabato delle intuizioni'. 
Sto nutrendo il mio ruolo di operatrice olistica, essendo nella ricerca interiore da 40 anni ormai. Sento il desiderio di offrire le mie comprensioni e trasmettere un po' di benessere al mio prossimo.
 
 
Come cantante, Spotify ha riconosciuto 'Prayan' come artista, per cui stiamo pubblicando i miei 6 albums.
Trovate QUI il link per andare ad ascoltare il CD 'The Fragrance', il mio primo CD, essenzialmente quasi tutto vocale, nato dopo aver vissuto una delle esperienze più belle e importanti della mia vita, la meditazione di 
Osho che si intitola 'The Mystic Rose'.
 
“Il suo percorso sonoro sancisce una riscoperta della pluralità delle "voci di dentro" che intuiamo di avere, ma non sappiamo più evocare.”  Guido Festinese, THE FRAGRANCE. 
 
 
 

 




25-26.04.2017
'MAMA AFRICA' - TRIBUTO A MAKEBA. Missing Roberta Alloisio

Cara Roberta, eri lì, con noi...e ci sei qui adesso.
Arrivederci nell'al di là..



08.03.1992 MAYBE
'IMAGINE' alla presenza di Isabel Allende

Era l'8 marzo 1992, credo....
 
Che bel ricordo, che onore, e che emozione! Cantavo 'Imagine' di John Lennon di fronte a lei, Isabel Allende!, in quella stanza di un antico palazzo del centro storico genovese. Già allora avevo cantato quella canzone tante tante volte, ma in quel momento ne scoprivo significati nuovi...
 
 
Nel video, trovi le parole...che non saranno MAI scontate! e che ogni tanto fa bene ricordarsele, secondo me
 
You may say I'm a dreamer, but I'm not the only one



26.08.2016
'WE SHALL OVERCOME' a Camogli, per 'I Colori dei Diritti'

Cantare 'We Shall Overcome' alla fine dell'evento, mi ha permesso di riconnettermi con la mia parte ragazzina, quando, a 15 anni, cantavo le canzoni di Dylan e Baez, negli anni Settanta. In quel periodo la mia voce era pulita e non sapeva ancora toccare la profondità della musica Soul e le altezze della Musica Mistica ...Suonavo accompagnandomi con la mia (chitarra) 'Ibanez' nera ed ero già uno spirito ribelle. 




30.09.2015 Anniversario nascita Rumi, Poeta Sufi dell'Amore
THE 40 RULES OF LOVE-LE 40 PORTE DELL'AMORE.Quaranta comprensioni quotidiane sull’amore umano e divino

40 profonde comprensioni quotidiane sull’amore umano e divino trasmesse a Rumi dal suo amato maestro Shams-i Tabriz.

Io le ho ricevute come percorso spirituale qualche anno fa. In seguito le ho meditate ed assimilate dal meraviglioso romanzo di Elif Shafak “Le 40 Porte” che oggi mi ha ispirata ad illustrarle con delle fotografie. 
 
Ho trovato nuovi significati, e il desiderio di condividerle con voi.  
 
 
 
 
40 deep everyday insights into human and divine love passed on to Rumi by his beloved master Shams-i-Tabriz.
 
I received them as a spiritual journey some years ago. Then I meditated and absorbed them from the wonderful novel by Elif Shafak “The 40 Rules of Love” which today has inspired me to illustrate them photographically. 
 
I found new meanings, and the desire to share them with you. 
 
 
 
 
 

 

 




IL TUO CUORE LO PORTO CON ME

Il tuo cuore lo porto con me
lo porto nel mio
Dove vado io vieni anche tu , mia amata
Qualsiasi cosa venga fatta da me
la fai anche tu, mia cara
Non temo il fato
perchè il mio fato sei tu, mia dolce
Non voglio il mondo
perchè il mio mondo
il più bello, il più vero, sei tu
Questo è il nostro segreto profondo
Radice di tutte le radici
germoglio di tutti i germogli
e cielo dei cieli di un albero chiamato
vita
che cresce più alto di quanto l' anima
spera
e la mente nasconde
la meraviglia che le stelle separa
il tuo cuore esiste nel mio.

 
Edward Estlin Cummings
 




SUFI PROVERB

I searched for God and found only myself.
I searched for myself and found only God.


Sufi Proverb

 

Photography by  Farhad Bazazian





TO MY BELOVED TEACHER VIDEHA, IN LOVE & GRATITUDE

Piangerai a causa della tua mente.

Riderai a causa del tuo cuore. 

 

OSHO




03.12.2009
'JAZZIN' GENOVA' CD Release

Thursday Dec 3, 2009
 
CD RELEASE EVENT FOR  "JAZZIN' some singer songwriters from GENOVA"
 
MARIANGELA BETTANINI  vocals
PETE MALINVERNI  piano
LEE HUDSON  bass
BILLY DRUMMOND  drums
 
 
Kitano Hotel
66 Park Ave @ (E.38th Street)
NYC
 
Please advertise Reservations Advised  Tel 212 885-7119
(per favore, sottolineare nel vostro comunicato questa cosa di prenotare prima)
Early Dinner receive preferred seating (6:30 - 7:00 PM)
No Cover, No Music Charge,  $15.00 minimum on food or beverages.
Great American and Japanese menu , very reasonable.
 
2 shows   8 pm  & 10 pm
 
Sponsored by Regione Liguria 
 
In collaboration with the Italian Cultural Institute of New York  
 



May 2009
NEW YORK 'JAZZIN'GENOVA' Rehearsals

with

PETE MALINVERNI piano
UGONNA OKEGWO bass
BILLY DRUMMOND drums





NEW YORK, Columbus Circle

Devi trovare tu la tua verità.

E per farlo devi mettere in gioco ogni cosa.

La verità non può essere nient'altro,

se non la tua assoluta priorità.

Non può essere uno dei tuoi tanti desideri.

Non è un desiderio, è un anelito totalizzante,

come se ti fossi perso in un deserto

e per giorni interi non fossi riuscito a trovare l'acqua.
 

 

Osho




25.03.2009 TIME 11:52
BYRON BAY, NSW, Australia

Ho deciso di uscire come sempre verso le 7 pm per andare a fare un po' di foto. Ero indecisa e poi mi sono diretta verso il mare, dove vado di solito. Verso est, da dove arrivavo io, il cielo era piuttosto blu e il faro si vedeva ancora in lontananza, il faro di Cap Byron. Avvicinandomi al mare e andando verso ovest, improvvisamente mi si è aperto uno spettacolo meraviglioso. C'era foschia in lontananza e la luce era rosa. Le montagne, oltre quella foschia, si intravedevano appena ed erano grigio perla. Da lontano arrivava un suono indistinto di percussioni....A mano a mano che mi avvicinavo, potevo vedere sempre + a ovest le montagne diventare nere e il cielo sempre più rosso: dal rosa-grigio diventava contrastatissimo e i tamburi si avvicinavano. Mi sono ritrovata su uno spiazzo naturale con 5 percussionisti che suonavano vari tamburi. Dalla spianata naturale scendevano gli scogli degradando verso la spiaggia... Seduta lì, con un bel tamburo proprio dietro la schiena, mi sono fatta trasportare da questo suono potente- che mi dava molta energia e solidità- e dallo scenario davvero magico e sublime.
Una bambina davvero bellissima, magra magra e coi capelli molto lunghi e biondi, danzava in riva al mare, giù. sotto la scogliera, come una sciamana,  con le gambe piegate e i piedi conficcati nella terra. Quel movimento così in 'grounding' (radicato) contrastava con l'eleganza e la finezza del suo corpo e della sua tenera età  e in lontanza l'oceano diventava così powerful! Il suo rumore si mescolava ai tamburi, le onde sonore e quelle oceaniche sollevavano ondate di emozioni nella mia pancia. Non era possibile nemmeno piangere di commozione, perchè era molto forte quello che provavo e assolutamente bellissimo e selvaggio. Una voce dentro mi ha detto: " io voglio questo", mentre guardavo il rosso diventare scuro ...........A est il contrasto era indicibile. Era già notte e il faro, punta + orientale dell'Australia, trafiggeva il mio sguardo, lasciandomi senza pensieri, senza parole a guardare quell'oscurità inaspettata, mentre a ovest il giorno era ancora presente in tutta la sua gloriosa bellezza.
Avevo chiesto un segno, mentre mi incamminavo da casa verso il mare.... 
 
Vi abbraccio....ricordando il rumore delle onde morbide e dolci del mare a Boccadasse...ma anche questa è un'altra storia da poter raccontare
 
Prayan 
 
 
Photography by Prayan "Surfers al tramonto nella mia spiaggia preferita"
 



08.12.2008
STRAWBERRY FIELDS FOR EVER

Tutte le volte che vado a New York, passo a trovarlo. Per me John è lì, seduto su quelle panchine a osservare il cielo tra i rami degli alberi e a sentire in lontananza le auto passare.....Ora c'è un mosaico con la scritta IMAGINE e spesso dei clochards si fermano a riposarsi lì. posso immaginarlo camminare per quei viali e posso sentirlo anche nel mio cuore questo 'pop-hero' dal cuor di leone e l'innocenza di un bambino

Love, John,

For Ever 





STAR

Ci crederesti se ti dicessi che l'ho scattata sulla 5th Avenue...? Era domenica, alle 5 pm, prima di Natale 2008....





CLAUDE MONET e il Bois de Boulogne

Sembrerebbe il soggetto di un quadro di Claude Monet al Bois de Boulogne,ai primi del Novecento ...
E invece ci credi se ti dico che è una signora a Manhattan, NY, nel maggio del 2007 ?!!??



22.09.2006
NEW YORK, Central Park

Giornata non bella ma sono andata lo stesso a central park x due ore. Partendo da columbus circle, e andando verso nord, incontri dopo circa 5 min di cammino, lo sheep meadow, un bel prato verde pieno di alberi da cui puoi ammirare una vista da schianto dei grattacieli a sud. Ero triste (...)...Ho abbracciato un albero grande bello e maestoso che mi sono fotografata e che ho eletto a mio amico e sostegno, pensando che, se mai andrò a vivere a new york, avrò un posto dove andare a depositare le mie tristezze...





NEW YORK, Central Park più a nord negli Strawberry Fields

..poi, nella diary, mi sono comprata la maglietta col logo del mosaico che c'è negli strawberry fields in onore di john, su, dalla 72ma strada. Lo sapevate che il mosaico circolare con la scritta IMAGINE è opera e donazione della città di napoli? Arrivata là, c'erano 2 ragazzi che suonavano delle canzoni dei beatles...Pensavo: qui veniva john quando si voleva prendere un po' di tempo e si sedeva su queste panchine e, alzando lo sguardo, vedeva questi alberi, assaporava questa quiete....Ho sentito il desiderio di andare da loro e di dirgli che avrei voluto cantare "imagine" e se mi accompagnavano con la chitarra...Ho cantato e la gente mi ha ascoltata in silenzio e ha poi applaudito.




04.09.2006 TIME 01:18:32 AM
VIAGGIO A NEW YORK!

..oggi pomeriggio, uscendo di nuovo e scendendo x la Greenwich Avenue, c'era un parco bellissimo con fiori e piante stupendi: una piccola isola veramente minuscola di quiete. C'era un signore sulla sessantina inoltrata che suonava la chitarra tipo johnny lee hooker. Poco prima, e di angolo, c'era una grande griglia con tante mattonelle decorate da svariati artisti americani che davano il loro contributo x i fatti dell'11 settembre. Scritte di pace, colombe, flags americane in stili e forme e dimensioni delle + svariate...Ti incanti in mezzo alla strada...Ti piacerebbe moltissimo, anche perché é molto visiva. Ogni momento c'è qualcosa di particolare, fuori dal comune...Per non parlare delle persone...





GRECIA - Voicing® Training

Il mio ulivo millenario preferito




  • LOGIN